La forza del Destino

Impara a gestire la tua vita. Non essere in balia del destino

La forza del Destino La forza del Destino La forza del Destino La forza del Destino

25/26/27 agosto 2017
dalle 16:00

GRANDE ALBERGO INTERNAZIONALE
Lungomare Regina Margherita 23, Brindisi

Con
Stefano Benemeglio e i docenti UPDA

Cos'è il Destino?

Il Destino è un qualcosa di già scritto e inamovibile?

Partecipare a questo convegno ti farà cambiare punto di vista. Imparerai a:

Conoscere te stesso

1. Conoscere te stesso

Con le Discipline Analogiche Benemegliane imparerai a raggiungere felicità, benessere e salute perché tu non sei il problema, sei la soluzione.

Sistemi di comunicazione efficace

2. Apprendere linguaggi e sistemi di comunicazione efficace

Attraverso il dialogo e la negoziazione con il proprio Doppio, il responsabile del nostro Destino, è possibile risolvere problemi, difficoltà, disagi, conflitti, difetti, blocchi. Risolvere disturbi emotivi e comportamentali come ansia, angoscia, paura e panico; problemi alimentari e dipendenze dannose quali fumo, alcol, droghe ecc...

Ipnosi Benemegliana

3. Conoscere sistemi rapidi di induzione: l'Ipnosi Benemegliana

Saper ottenere fenomenologie in auto ipnosi per migliorare la propria felicità perseguendo i propri sogni in libertà e in pace con la propria coscienza

Intervenire sulle somatizzazioni

4. Intervenire sulle malattie funzionali e organiche

Quante volte ci è capitato di dire: "se non risolvo il problema finirò per ammalarmi"? Malattie funzionali come le somatizzazioni e malattie organiche di tipo acuto, croniche e terminali possono essere gestite.

Il doppio di te stesso

5. Riconoscere i mutamenti ingannevoli della mente

I propri turbamenti, ossia il patrimonio energetico emozionale dei sentimenti e risentimenti repressi durante la vita dell'individuo, sono fonte di alimentazione energetica del doppio, del gemello ombra, del proprio alter ego. È lui il responsabile del destino dell'uomo e delle sue sventure. Ma non è tutto scritto.

Approfondiamo...

Possiamo definire le idee atti creativi del nostro pensiero. Esistono inevitabilmente nell'individuo due pensieri di natura opposta tra loro: il pensiero realista e il pensiero idealista. Il primo è immanente il secondo è trascendente. Tutto questo rispecchia la legge sistemica degli opposti elementi del pensiero Benemegliano, dinamica fondamentale nella mente dell'individuo che si basa sul dualismo del positivo e del negativo, del bene e del male.

Questo processo coinvolge non solo l'idenficazione oggettuale di cose e persone, ma estende tale dinamismo anche nelle idee.

L'individuo per forza di cose si identificherà in uno dei due pensieri, ed identificherà come DESTINO (ombra, alter ego, imponderabilità) il suo opposto.

Il pensiero in cui si identifica non può che rappresentare il bene, ossia come dovrebbero andare le cose, il negativo sarà rappresentato dalla sua ombra, costante minaccia di difficoltà, impedimento di incapacità e di sventura.

Qui si colloca il Destino, il tuo alter ego, il tuo doppelganger, l’altra parte di te, la tua forza istintuale.

Il nostro istinto è già definito all’atto della nascita, esso ci permette di percepire l’ambiente attraverso i 5 sensi e oltre. Un sesto senso, definito come facoltà extrasensoriale, un sesto senso che non si limita a percepire la dimensione reale ma estende la percezione sensoriale della dimensione metafisica e spirituale.

Il Destino è il doppio maligno di noi stessi, quello che Stefano Benemeglio ci insegnerà a fare sarà sfruttare l'energia negativa per ribaltarla e renderla positiva.

Convegno sarà presieduto da Stefano Benemeglio con il supporto dei docenti UPDA.